VEGANO? SI, MA CON LA TESTA!

set
2014
20

scritto da on news

Dieta-vegana-e-sport-binomio-possibileEssere vegani non è uno scherzo, non è un gioco…è uno stile di vita!
Vegani non ci si improvvisa, ci si diventa passo dopo passo, giorno dopo giorno.
Gli errori nei quali inciampia il “vegano dilettante” sono diversi, sia perché un fisico da sempre abituato a prodotti animali e acidi, fatica inizialmente ad digerire e tollerare cibi più alcalini e ricchi di fibre, sia perché siamo abituati a mangiare light, non sano!
Non consumando più alimenti del mondo animale…succede che non si sa più cosa mangiare e si rischia di ricadere sempre nelle solite 2-3 ricette a base di legumi.
Attenzione però a mangiare solo ceci, fagioli e soia!

Le leguminose sono una ricca fonti di fitati, derivati dell’acido fitico che riducono l’assorbimento di diversi sali minerali di importanza vitale, come lo ferro, il calcio, il magnesio e lo zinco.
Forse non tutti sanno che una carenza prolungata di zinco, situazione che si può creare seguendo un’alimentazione vegana non equilibrata, può causare deficit di crescita, ingrossamento del fegato o epatomegalia, anemia, caduta di capelli o alopecia e indebolimento del sistema immunitario.

Quindi cosa si mangia? Soia a colazione, pranzo e cena?
Attenzione anche al consumo di soia, viene spesso consigliata in menopausa, ma ha le sue controindicazione! Ad esempio il suo consumo va limitato e controllato nelle persone che soffrono di disturbi alla tiroide, poichè può interferire con la funzionalità della ghiandola e ridurre l’assorbimento dei farmaci solitamente prescritti dal medico.
Il supporto e la guida di uno specialista possono essere un valido aiuto per orientarsi senza perdersi in questo “nuovo mondo” e quindi seguire una dieta vegana corretta.

I prodotti che di possono acquistare e le ricette che si possono creare sono tante, curiose ed inaspettatamente buone.
Provare per credere!

A cura della Dr.ssa Sara Biondi